Arma inservibile: la sentenza della Cassazione sulla denuncia

Arma inservibile: revolver rugginoso
Sarà un buon esempio di un'arma definitivamente inservibile? (© Irene Teesalu / shutterstock)

Negli scorsi giorni la Cassazione ha diffuso le motivazioni di una sentenza sull’omessa denuncia di un’arma inservibile.

L’obbligo decade solo se risulta “totalmente e assolutamente inefficiente”, di fatto se il danneggiamento è irreversibile: se invece “con adeguata opera di manutenzione e di pulizia” un’arma inservibile può tornare a funzionare, la denuncia resta obbligatoria. Lo ha ribadito la prima sezione penale della Cassazione nell’ambito di un processo per detenzione illegale di armi.

Se l’arma è aggiustabile, chi la detiene può decidere a propria discrezione quando farla di nuovo funzionare. Dunque lo Stato non può sottovalutare “la situazione di pericolo per l’ordine pubblico e per la pubblica incolumità che costituisce la ratio della disciplina vigente”. Vale lo stesso se l’arma è “priva di pezzi, anche essenziali”, se è comunque “riparabile con [ricambi] o con altri accorgimenti in mancanza dei pezzi originali”.

Scopri le news, gli approfondimenti legali, tutti i test di armi e i contenuti di Armi Magazine dicembre 2020, in edicola da questi giorni.