Armi vendute in America, i dati di Nasgw

armi vendute in america: compravendita di armi in armeria
© Roman Chazov / shutterstock

Dati ampiamente positivi per il settore: cresce ancora il numero di munizioni e armi vendute in America.

Il numero di armi vendute in America continua a rimanere su livelli elevatissimi. Anche nella settimana di Ferragosto, della quale l’osservatorio Nasgw ha diffuso ieri sera i dati. Nei sette giorni considerati (10-16 agosto) il settore armiero ha fatturato 71.411.314 dollari (+80,07% rispetto ai 39.657.212 dell’anno precedente e +81,02% sulla media triennale di 39.449.173). Nei primi otto mesi e mezzo del 2020 il saldo raggiunge 2.295.301.592 dollari (+74,59% rispetto al 2019, 1.314.691.557, +46,77% sulla media triennale di 1.563.884.316).

Segni decisamente positivi anche nel mercato delle munizioni. Nella settimana considerata sono stati spesi 5.335.668 dollari, +51,29% sui 3.526.673 dollari del 2019 e +60,7% sulla media triennale (3.320.323). A tre cifre la percentuale di incremento nel confronto provvisorio 2019-2020: si è passati da 95.262.794 a 206.546.147 dollari (+116,82%). Evidente l’esplosione anche sulla media 2017-2019 (112.685.534, +83,29%).

Discorso analogo per chi produce e vende ottiche. Nella seconda settimana di agosto si sono incassati 4.319.155 dollari (+130,59% sul 2019, 1.873.087, +76,78% sulla media triennale, 2.443.304) che portano il conto provvisorio del 2020 a 88.881.812 dollari (+70,46% sul 2019, 52.141.889, +37,65% sulla media triennale, 64.570.342).

Oltre che dai precedenti dati dell’osservatorio, la tendenza complessiva era già stata segnalata dalle statistiche sui background check diffuse da Nssf: nei primi sette mesi del 2020 circa cinque milioni di americani si sono risolti ad acquistare un’arma per la prima volta.

Scopri le news, gli approfondimenti legali e tutti i test di armi su Armi Magazine.