Heckler & Koch Sfp9 Sd cal. 9×21 Imi, la prova a fuoco

Heckler & Koch Sfp9 Sd è la versione con scatto alleggerito e  canna che sporge dal carrello, con filetto alla volata, della polimera striker fired della famosa azienda tedesca.

Dopo anni di pistole semiautomatiche a costruzione mista, Heckler & Koch ha progettato e realizzato nel 2015 la sua arma corta a percussore parzialmente armato e sicura al grilletto: la Sfp, disponibile in calibro 9 mm e in .40 S&W.

Su misura

La classificazione del modello in prova (codice identificativo 12_01530s2) è “arma ad uso sportivo”. E’ offerta a un prezzo di mercato di poco superiore ai 900 euro, da considerare allettante per i contenuti tecnici e la completezza della dotazione: due caricatori da 15 colpi, due dorsalini di ricambio e altrettanti inserti laterali per adattare l’impugnatura a mani di diverse dimensioni.

Mire antibuio

Tacca Lpa e mirino sono entrambi dotati di efficaci riferimenti luminescenti di colore verde che dovrebbero aiutare in condizioni di luce scarsa; basta esporli per pochi secondi a una fonte di luce e acquistano brillantezza.

Scatto leggero

Le varianti Sf (Special forces) sono destinate al personale più addestrato.
Vengono però incontro anche all’appassionato di tiro con la pistola, che dovrebbe avere maturato un addestramento specifico per l’uso in tali contesti.

Rispetto al modello standard, i valori scendono: 24N per il peso di sgancio contro i 30N dell’altra versione, corsa del grilletto dimezzata (6 mm) e trigger reset di 3 mm.
Il feeling con questo scatto “SF” (dopo alcune prove in bianco) è molto buono.

Abbiamo messo alla prova la Heckler & Koch Sfp9 Sd al Tsn di Galliate, nel poligono di tiro dinamico.

La prova completa della Heckler & Koch Sfp9 Sd è stata pubblicata nel numero di ottobre 2020 di Armi Magazine.

Guarda altre prove di pistole e revolver sul sito di Armi Magazine.