Licenza di detenzione di armi, Tar Sicilia nomina commissario per esecuzione sentenza

licenza di detenzione di armi: giudice con martello
© Zolnierek / shutterstock

La prefettura di Agrigento non ha dato seguito alla sentenza del Tar dopo un anno e nove mesi: se non rilascerà la licenza di detenzione di armi entro sessanta giorni, interverrà la prefettura di Palermo.

Se non ci penserà la prefettura di Agrigento, la licenza di detenzione di armi sarà rilasciata da un commissario ad acta. Finisce (?) così la vicenda aperta nel gennaio 2019 dalla decisione del Tar che aveva accolto il ricorso di un cittadino contro il divieto erroneamente impostogli.

Finisce, si spera, ma è durata quasi due anni: perché la prefettura non ha dato esecuzione alla sentenza e “il ministero dell’Interno si è finora sottratto senza fornire spiegazioni in merito” neppure al tribunale. Con una nuova sentenza il Tar intima agli uffici di Agrigento di rilasciare la licenza entro sessanta giorni; in caso di inadempienza interverrà il prefetto di Palermo, commissario ad acta autorizzato a delegare la pratica a un funzionario della struttura. Il Viminale sarà inoltre tenuto a corrispondere 10 euro per ogni ulteriore giorno di ritardo.

Scopri le news, gli approfondimenti legali e poi tutti i test di armi su Armi Magazine.