Home News Armi Piemonte, un nuovo sequestro cautelare

Piemonte, un nuovo sequestro cautelare

Non ci sono ancora valutazioni

I carabinieri hanno prelevato le armi di un artigiano edile: pesano le minacce a due persone con cui voleva entrare in società.

Gaglianico sequestro cautelare delle armi
© Gangis Khan

Ancora Piemonte, ancora sequestro cautelare delle armi. Dopo il caso dell’allevatore aggredito, è la volta di un quarantottenne di Gaglianico (BI) che lavora nel campo dell’edilizia. Nel corso di un litigio, l’artigiano aveva minacciato due persone, padre e figlio, con cui voleva entrare in società. La denuncia ai carabinieri ha messo in moto una serie di accertamenti da cui è emerso che l’artigiano deteneva regolare porto d’armi sportivo. E ha portato al sequestro cautelare di cinque fucili e delle relative munizioni.

 

Valuta questo articolo!

10 commenti riguardo “Piemonte, un nuovo sequestro cautelare”

  1. La casta vuole disarmare la popolazione. Cominciano ad aver paura. Se succede quel che temo ho letto che le armi possono arrivare anche da qualche altro Stato. Non che ciò mi piaccia, ma così potrebbe essere.

  2. Ogni pretesto và bene, per togliere le autorizzazioni. Se hai il pa, non puoi discutere con nessuno, non hai diritto di arrabbiarti. Sei ricattato e ricattabile da chiunque. Ormai è troppo frequente ed è palese l’intento disarmista. Indispensabile, quando ci permetteranno di votare, scegliere partiti e politici non contrari alle armi. Sperando che riescano a cacciare, a calci nel deretano. I troppi burocrati antiarmi arroganti, prepotenti ed assolutamente ingiusti.

  3. Magari evitare minaccia a caxxo di cane sarebbe meglio..non è mai segno di equilibrio,se poi accadesse qualcosa che si direbbe? ..una calma imperturbabile è comportamento sempre saggio e virile,restano purtroppo valide le altre considerazioni ma non credo che questi mafiosi temano le nostre armi civili la storia insegna che in quei casi le armi si prendono con la forza dove sono,nessuna rivoluzione è mai fallita per mancanza di armi in caso di bisogno ce ne sono sempre in abbondanza,il motivo del disarmo della popolazione credo sia altro.

Comments are closed.