Home News Attualità Youpol, un nuovo modo per contattare la polizia

Youpol, un nuovo modo per contattare la polizia

5/5 (2)

La app permette di contattare direttamente le sale operative delle questure.

Si chiama Youpol ed è la nuova app della polizia di Stato, presentata proprio nelle ultime ore; l’applicazione, scaricabile su tutti gli smartphone e tablet che utilizzano tecnologia Android e Ios, consente di interagire con la polizia inviando immagini e segnalazioni scritte, anche in maniera anonima, direttamente alle sale operative delle questure, anche se ci si trova in una provincia diversa.

Baschieri e Pellagri

Nella conferenza stampa di presentazione alla quale ha partecipato anche il ministro dell’Interno Marco Minniti, il capo della polizia Franco Gabrielli ha rimarcato che Youpol «non è uno strumento di delazione: non abbiamo bisogno di avere spioni sul territorio» e che la sua funzione più che repressiva è preventiva. Con la app, attualmente operativa nelle città di Roma, Milano e Catania, si potranno denunciare fatti di cui si è testimoni diretti o di cui si è appreso in forma mediata; dal prossimo febbraio la app sarà estesa a tutti i capoluoghi di regione, poi dall’agosto 2018 sarà implementata in tutte le province italiane.

Valuta questo articolo!