Home Trend Abbigliamento Monfenera 115 by Armond, la scarpa multiuso per gli amanti dell’outdoor

Monfenera 115 by Armond, la scarpa multiuso per gli amanti dell’outdoor

5/5 (3)

MONFENERA 115Monfenera 115 è la scarpa ideale per chi ama la vita all’aria aperta. Comoda e pratica sia per un uso quotidiano, sia per affrontare percorsi non impegnativi.

Quando si usano per diverse ore al giorno gli scarponi, per un maggiore comfort e per la salute del piede è necessario poter calzare una scarpa comoda terminata la giornata di caccia o dopo molte ore di trekking.

Schmidt und Bender PolarT96

Monfenera 115 è stata progettata dal calzaturificio Armond proprio per rispondere a questa esigenza. E’ una scarpa per il tempo libero comoda e leggera, cui però non mancano le caratteristiche tecniche per renderla adatta anche a un uso “sul campo”. E’ perfetta anche per chi ama vestirsi con uno stile casual e informale, e per chi ama la vita all’aria aperta e lo sport.

Monfenera 115: bella e pratica

Il design di questa calzatura è indubbiamente accattivante e moderno, e si sposa perfettamente con la tomaia in camoscio rosso (idro; 1,6-1,8 mm di spessore), rinforzata lungo il perimetro del piede e sul tallone, che assicura, abbinata alla fodera in retealta traspirabilità e una calzata morbida.

La scelta di materiali di prima qualità, come le pelli della conceria Mastrotto utilizzate per la tomaia, è in linea con la filosofia del made in Italy che il calzaturificio di Maser persegue con lo stesso rigore da oramai cinquant’anni.

Monfenera 115Suola con battistrada in gomma

La suola Vibram Pepe completa il corredo tecnico della Monfenera 115. Il battistrada in gomma ha, infatti, un disegno adatto a tracciati in pianura e collinari, e offre un ottimo grip.

Prezzo consigliato al pubblico 115 euro.

Valuta questo articolo!

Articolo precedenteSallusti: il problema sono i ladri, non la legittima difesa
Articolo successivoLegittima difesa e inchieste tv

Giornalista professionista, lavora presso CAFF Editrice di Milano dal 2000. Si è occupata prima della rivista Cinofilia Venatoria (oggi Gazzetta della Cinofilia Venatoria), per poi passare alla redazione di Sentieri di Caccia. Dal 2004, inoltre, lavora anche nella redazione del mensile Cacciare a Palla e dal 2009 è il coordinatore editoriale della rivista Beccacce che Passione. Per la stessa Casa editrice coordina la pubblicazione di diversi numeri speciali monotematici dedicati, tra gli altri argomenti, all’attività venatoria, alla cinofilia e alla gestione faunistica e ambientale. Fa parte della redazione di CacciaMagazine e ArmiMagazine.it

Lascia un commento