5/5 (2)

Peltor LEP 200 EUSalvaguardano l’udito. Bene. Migliorano la fruibilità dei suoni di frequenza più bassa. Meglio. Si connettono senza fili a tutti i dispositivi di comunicazione. Meglio ancora. Sono i nuovi auricolari elettronici Peltor Lep 200 EU di 3M.

Pochissimi anni addietro 3M Peltor lanciò un interessante sistema di auricolari, Lep 100, ricaricabile e ospitato in un contenitore in materiale plastico (abs) che, al suo interno, alloggiava (e alloggia, trattandosi di un prodotto ancora a listino) tre batterie per la ricarica dei dispositivi. Ma la tecnologia si evolve rapidamente e oggi è stato aggiunto un qualcosa in più, la capacità di interfacciare gli auricolari agli strumenti di comunicazione ormai indispensabili nella vita quotidiana: il telefono cellulare o, nel caso della caccia in braccata, la radio.

Peltor Lep 200 EU
L’auricolare pesa solo 4 grammi, è fornito di una batteria agli ioni di litio ricaricabile che garantisce fino a 16 ore di operatività e permette di cambiare gli inserti in base alle proprie esigenze

L’inserimento di questa tecnologia ha imposto che tra gli auricolari e lo strumento di comunicazione vi fosse un terzo elemento di raccordo, nella fattispecie un collare, che raccoglie via cavo il segnale dal dispositivo e lo trasferisce in modalità senza fili ai due auricolari. Escamotage semplice quanto banale, che ha aggiunto agli auricolari di prima produzione una nuova e apprezzata funzionalità.

L’apparenza inganna

Peltor Lep 200
Quattro le tipologie di inserti applicabili, ciascuno in grado di fornire un diverso livello di attenuazione del suono in relazione alla dimensione del condotto uditivo

I nuovi Peltor Lep 200 EU a livello esteriore non differiscono in niente da quelli precedenti. Sono contenuti nello stesso contenitore che provvede alla ricarica utilizzando tre batterie interne oppure mediante una presa micro Usb che può essere collegata a un computer, a un battery pack esterno o alla presa elettrica mediante un comune trasformatore.

Non è cambiato il sistema di ricarica, che si attiva non appena viene rilevata la presenza degli auricolari nel rispettivo alloggiamento e provvede alla piena funzionalità in circa 90′. Non è cambiata l’autonomia che, a seconda delle impostazioni, può arrivare a 16 ore di funzionamento continuativo. E non è neppure cambiata l’interfaccia di gestione degli auricolari: pressione lunga per l’accensione e lo spegnimento dei dispositivi, pressione rapida per mutare il livello di guadagno del microfono relativo ai suoni ambientali (3 i livelli impostabili che garantiscono un guadagno fino a 10 dB).

Nuove funzionalità

Peltor Lep 200
Il nuovo sistema di 3M Peltor si avvale di un collare che trasforma il segnale ricevuto dal dispositivo di comunicazione

A queste funzionalità se ne aggiunge una ulteriore, accessibile mediante una pressione media del pulsante operativo di ogni singolo auricolare: si chiama Comms e permette di attivare la ricezione senza fili dei segnali trasmessi dal collare; due le impostazioni Comms disponibili, che si associano ai diversi tipi di dispositivi connessi. In modalità wifi, negli auricolari si potranno udire tanto i suoni ambientali più o meno amplificati, quanto le comunicazioni che passano tramite il dispositivo di comunicazione collegato. Nota interessante, i due auricolari possono essere regolati in maniera indipendente così da fornire un panorama di impostazioni quanto mai vasto.

Peltor Lep 200
Tre batterie AA provvedono alla ricarica degli auricolari; il tempo di ricarica è di circa 90 minuti. Un pacchetto di batterie garantisce circa 15 ricariche complete

Per quanto attiene la riduzione dei rumori, gli auricolari forniscono livelli differenti a seconda della frequenza degli stessi e dalla tipologia di inserti che vanno a occludere il condotto uditivo. Al momento sono disponibili quattro tipologie d’inserti, forniti nella confezione di vendita. Prezzo 520 euro gli auricolari, 90 euro il collare TEP-Loop-200.

© Matteo Brogi

Valuta questo articolo!

Lascia un commento