Esercito Usa, sarà la Sig Sauer P320 la nuova pistola d’ordinanza

Sig Sauer XM17 scelta dall-esercito Usa

L’azienda svizzera si è aggiudicata il contratto del Modular handgun system (Mhs): si tratta di un appalto del valore di 580.217.000 dollari per una durata di 10 anni

In una breve nota il dipartimento della Difesa americano (è visibile qui) ha reso noto che è Sig Sauer l’azienda che fornirà per i prossimi 10 anni l’arma da fianco all’esercito. L’Mhs prevede, si legge nella nota, la fornitura dell’arma, degli accessori e delle munizioni.

Sig Sauer ha poi reso noto che sarà una rivisitazione della P320 civile il modello che equipaggerà i soldati statunitensi, dopo aver superato nei test i modelli di Glock e Beretta (l’azienda italiana forniva la sua M9 dal lontano 1985: allora la pistola italiana battè in finale proprio una Sig Sauer, la P226). Il concorso Mhs, avviato nel 2011, ha avuto una serie di ritardi fino a quando il termine per la presentazione delle proposte è stato fissato al febbraio 2016; nello scorso agosto sono stati designati i tre finalisti.

La Sig Sauer P320

Presentata nel 2014 all’Eurosatory di Parigi, la P320 è la prima polimerica del marchio elvetico a presentare uno scatto in sola doppia azione leggera con percussore lanciato. Il suo pregio principale è nella modularità: sia il fusto sia il gruppo canna-carrello-otturatore possono essere sostituiti per convertire l’arma dalla versione “service” full-size (con canna da 119 mm) alla variante “compact” (99 mm di canna) mantenendo il pacchetto di scatto e il caricatore bifilare in lamierino d’acciaio, in grado di accogliere da un minimo di 13-14 colpi (calibro .40 o .357) fino a 15-17 colpi (in 9 mm).

Il fusto intercambiabile, inoltre, consente di variare le dimensioni dell’impugnatura a seconda della mani dell’operatore. Anche o grilletto standard può essere sostituito con uno con sicura aggiuntiva tipo Glock. Per ora non si conoscono ancora il calibro e la configurazione delle due versioni (entrambe prodotte nelle strutture Sig Sauer nel New Hampshire), se non che dovrebbe essere presente anche una sicura esterna ambidestra (simile a quella delle 1911), un indicatore dello stato della camera, e che potranno montare un silenziatore e un caricatore maggiorato.

I commenti

Sono molto orgogliosa del lavoro svolto dal team Mhs”, ha detto in una nota Steffanie Easter, Army Acquisition Executive dell’esercito Usa, “implementando la concorrenza tra i nostri partner industriali, abbiamo incentivato il progresso nella produzione di pistole del settore privato; il risultato finale è che i nostri soldati disporranno del miglior sistema d’arma possibile”. Dal canto suo Ron Cohen, presidente e Ceo di Sig Sauer, ha dichiarato: “Siamo orgogliosi che la P320 sia stata selezionata dall’esercito americano. Questo contratto testimonia come l’impegno di Sig Sauer nell’innovazione, nella qualità e nella produzione di armi da fuoco tra le più affidabili al mondo”.