Home Caccia DeltaPoint Pro by Leupold: impieghi trasversali

DeltaPoint Pro by Leupold: impieghi trasversali

5/5 (1)
DeltaPoint
DeltaPoint Pro di Leupold utilizza lenti asferiche che garantiscono livelli elevati di trasmissione di luce e un’immagine senza distorsioni fino ai bordi; le regolazioni del punto d’impatto avvengono mediante due registri micrometrici forniti di altrettante viti di blocco

DeltaPoint è un dispositivo reflex che si adatta a un’ampia gamma di armi (corte e lunghe) e di destinazioni d’uso. Qualità ottica e meccanica robusta sono i suoi punti di forza.

DeltaPoint Pro nasce per essere impiegato su una vasta gamma di armi, corte e lunghe: pistole semiautomatiche, revolver, carabine tipo AR15 e, ovviamente, fucili a canna liscia e carabine da caccia.

Fiocchi 728x90-am-2016

Per facilitarne il montaggio su sistemi tanto differenti, viene fornito di attacchi per slitte tipo Picatinny, mentre una varietà di piastre ne consente l’applicazione sul carrello di varie armi corte rimuovendo la tacca di mira standard.

DeltaPoint
Diversi gli accessori disponibili, tra cui un apposito aggiuntivo, da installare sulla parte posteriore del telaio, simula una tacca di mira, utile per ingaggiare il bersaglio quando non si voglia o non si possa utilizzare il punto rosso

Tra i sistemi reflex “a punto rosso”, il DeltaPoint Pro è uno tra gli ultimi arrivati e questa peculiarità fa sì che disponga di caratteristiche di ultima generazione. Tra queste, un sensore di movimento (Motion Sensor Technology) che ne predispone lo spegnimento automatico dopo 5 minuti di immobilità dell’arma e l’automatica riaccensione al primo movimento.

Il pulsante di accensione, contraddistinto da una lettera “L” di generose dimensioni, permette di modificare l’intensità del punto su otto differenti livelli; il sistema è in grado di mantenere memoria dell’ultimo impostato dall’utente.

Tra gli accessori disponibili, oltre ai supporti che ne permettono il montaggio su qualsiasi sistema d’arma con basi Weaver / Picatinny, spicca un aggiuntivo che va a simulare la presenza delle mire metalliche.

Resistente anche al rinculo dei calibri più corposi

Tra le caratteristiche strutturali del DeltaPoint va segnalato il peso contenuto, 54 grammi, ottenuto con l’impiego di un telaio in acciaio, resistente sia ad eventuali impatti, sia al rinculo dei calibri più corposi. La sua costruzione ne garantisce l’impermeabilità.

Il telaio porta una lente asferica di alta qualità, dotata di una forma che amplia di un buon 50% la superficie della finestra di traguardo rispetto ad altri dispositivi in commercio. La lente mantiene la massima definizione dell’oggetto anche ai bordi, senza distorsioni, con benefici effetti in fase di collimazione. Il trattamento DiamondCoat garantisce i massimi livelli in termini di resistenza all’abrasione e trasmissione della luce.

DeltaPoint
Una copertura in gomma permette di salvaguardare lo strumento e di disattivare l’illuminazione del punto; grazie alla Motion Sensor Technology integrata, il punto si disattiva dopo 5 minuti di immobilità e si riattiva all’intensità precedentemente impostata al primo movimento

L’acquisizione del bersaglio avviene mediante un punto rosso, disponibile sia nella classica forma circolare da 2,5 Moa sia nel profilo Delta, a forma di triangolo equilatero, della dimensione di 7,5 Moa. Il punto viene attivato automaticamente da un sensore di movimento (Motion Sensor Technology).

La batteria al litio da 3 V (tipo CR 2032), di grande autonomia e facile reperibilità, è accessibile dalla parte superiore del telaio.

Prezzo 588 euro, importatore Paganini.

© Matteo Brogi

Valuta questo articolo!

Lascia un commento