Canik Tp9 SF Elite Combat Executive, recensione e prova a fuoco

La Canik Tp9 SF Elite Combat Executive è la versione premium della semiautomatica polimerica Elite Combat.

Infatti, la pistola della Casa turca monta una canna da 4,72 pollici (120 mm) color oro progettata da Salient Arms International, con scanalature di alleggerimento e di tipo match grade. Il colore dorato è dovuto al rivestimento in PVD su nitruro che la rende più resistente e scorrevole.

Optic ready

La Tp9 SF Elite Combat Executive è predisposta per il montaggio di un punto rosso, grazie a quatto diversi inserti metallici da posizionare sul carrello. Al momento della vendita è montato questo che incorpora anche la tacca di mira, anch’essa prodotta insieme con il mirino da Salient Arms.

Per la versione Executive Canik ha rivisto lo scatto; il grilletto incorpora sempre la sicura automatica che affianca quella al percussore mentre manca la sicura manuale.

Gli accessori della Canik Tp9 SF Elite Combat Executive

La confezione è come sempre molto ricca e comprende due caricatori, uno da 15 colpi e uno con fondello maggiorato da 18 colpi, una fondina con sistema di ritenzione (si sblocca con questo cursore) e dorsalini per modificare l’impugnatura.

La Canik TP9 Elite Combat Executive pesa 840 grammi ed è importata da Origin Stb che la propone a 1.133 euro con classificazione sportiva.

Abbiamo visto come si comporta in poligono all’Invictus Close Shooting Range di Erba (Co).

Guarda altre prove di armi corte su Armi Magazine: clicca qui.