Pardini GT9, la pistola semiautomatica per il tiro dinamico

4.5/5 (4)

Pardini Armi è un nome molto noto nel settore del tiro accademico, dove l’azienda di Lido di Camaiore può vantare una leadership nelle discipline di pistola automatica, sportiva e standard nelle varie categorie. Sette le medaglie conquistate alle Olimpiadi di Rio 2016.

Chi cerca una pistola semiautomatica per il tiro dinamico può consultare anche la proposta di Pardini Armi. Nel catalogo del produttore toscano spicca infatti una serie di pistole d’impostazione tradizionale, pensate principalmente per l’uso per le gare di tiro pratico. La GT9 provata ne è degna rappresentante. Camerata in 9×21, come dichiarato nel nome del modello, è disponibile anche negli allestimenti in .40 S&W (modello GT40) e .45 ACP (GT45). Sia con canna da 5 pollici come nel modello in prova, sia con canna da 6 pollici.

TAPPI ANTIRUMORE PER CACCIA/TIRO

L’impostazione dell’arma risente della sua derivazione sportiva, con l’inclinazione dell’impugnatura di 25 gradi che ricalca le pistole accademiche. Questa caratteristica favorisce l’acquisizione istintiva del bersaglio e l’assorbimento del rinculo. Eredità del mondo sportivo è anche lo scatto in due tempi, molto raffinato, regolabile nei parametri dell’aggancio dei piani, del peso di sgancio, della corsa del grilletto e del trigger stop. Altre caratteristiche significative sono la presenza di comandi ambidestri per sicura e sgancio del caricatore e la tacca di mira micro-regolabile. La sicura agisce direttamente sulla catena di scatto.

Due gli allestimenti disponibili: nero con carrello brunito e fusto anodizzato, bianco con carrello cromato e fusto anodizzato (disponibile con sovrapprezzo). In entrambi i casi il fusto è in ergal e il carrello in acciaio. Le guancette sono in legno di noce.

L’abbiamo provata con cartucce molto differenti tra loro che hanno però dimostrato, pur nelle serie di tiro istintivo, costanza di rendimento e una precisione degna del blasone di Pardini Armi.

La scheda tecnica della GT9, pistola semiautomatica per il tiro dinamico

Produttore: Pardini Armi
Modello: GT9
Tipo: pistola semiautomatica a chiusura geometrica
Calibro: 9×21
Lunghezza canna: 127 mm
Lunghezza totale: 225 mm
Organi di mira: tacca registrabile
Caricatore: 17 colpi
Sicure: manuale, blocca il meccanismo di scatto
Materiali: acciaio e lega leggera
Finiture: brunitura nera
Peso: 1.070 g
Prezzo: 2.142 euro
www.pardini.it

Il test della pistola Pardini GT9

Matricola arma: K01511
Peso di sgancio: 1.600 g

Munizione 1
Produttore Fiocchi
Modello Top Defence Black Mamba
Palla 100 gr
V0 dichiarata 440 m/s
V0 rilevata 436 m/s
Rosata 63 mm

Munizione 2
Produttore Sellier & Bellot
Modello JHP
Palla 124 gr
V0 dichiarata 360 m/s
V0 rilevata 353 m/s
Rosata 74 mm

Munizione 3
Produttore Fiocchi
Modello Top Target Subsonic
Palla 148 gr
V0 dichiarata 300 m/s
V0 rilevata 300 m/s
Rosata 50 mm

Note
Test a 15 metri effettuato il 4 luglio 2018 al campo di tiro di Cascina Legra all’interno della riserva di Monte Acuto (PV).

Valuta questo articolo!

Articolo precedenteScarpe da montagna Armond 355 Archeson, il piacere della salita
Articolo successivoNazionale: le congratulazioni di Benelli per il mondiale di compak sporting
Matteo Brogi è nato a Bologna nel 1968. Nel 1995 inizia a lavorare come fotografo e giornalista. Dai suoi esordi professionali ha pubblicato su periodici nazionali e stranieri affiancando all'attività editoriale quella espositiva di progetti fotografici di ricerca personale. È stato introdotto alla caccia dal padre da bambino. Attualmente caccia gli ungulati – mai quanto vorrebbe – in braccata secondo la tradizione toscana, da appostamento o alla cerca in Appennino e all'estero. La sua conoscenza delle armi deriva da una lunga esperienza agonistica nella disciplina del tiro a segno e da una forte passione per la tecnica e la meccanica. Crede fortemente nell'esigenza di divulgare i principi di una caccia etica e responsabile come mezzo per compiere con consapevolezza l'esercizio venatorio e garantire la sua fruibilità nel tempo. Collabora con riviste del settore armi e caccia dall'inizio della sua attività professionale, realizzando servizi fotografici, recensioni, prove di armi e reportage. Ha pubblicato 4 volumi monografici: Tiro a Segno. Armi e regolamenti per le specialità di pistola (2002), Beretta. Le pistole (2012), Le pistole Glock (2014) e Pistole semiautomatiche (2015). Collabora con CAFF Editrice dal 2010. È coordinatore editoriale di Cacciare a Palla, Sentieri di Caccia e Cinghiale che Passione oltre che direttore responsabile di Hunt 360, la rivista del Safari Club International - Italian Chapter.

Lascia un commento